La mobilità professionale è una questione cruciale per le imprese. Il mondo del lavoro è in continua evoluzione: le aspirazioni dei dipendenti stanno cambiando, le professioni si stanno diversificando e le esigenze sia per le aziende che per i dipendenti. Oggi più che mai, in un momento in cui il benessere è diventato una priorità, la mobilità professionale deve essere sinonimo di sviluppo del lavoro e consentire il miglior lavoro e la vita personale. La gestione di questa mobilità professionale è spesso complessa per le aziende con una mancanza di centralizzazione. Il software gratuito Extendeezgarantisce la sicurezza dei dipendenti sulla mobilità professionale.

Che cos’è la mobilità professionale?

Ottenere una promozione, integrare un nuovo servizio nell’azienda o cambiare sede,essere inviato in una missione lunga o breve,espatriarsi, essere trasferiti, essere trasferiti all’estero, in breve, non c’è uno, ma la mobilità professionale. Infatti, può essere fatto per diversi motivi e su più scale e riguarda i dipendenti, nonché consulenti o lavoratori autonomi, e coinvolgere, o meno, la mobilità geografica.

Mobilità interna ed esterna

La mobilità interna, come suggerisce il nome, avviene all’interno della stessa azienda o gruppo. Può quindi essere funzionale con una modifica, un cambiamento di posizione o un compito in un altro reparto, ad esempio. La mobilità interna può anche essere mobilità gerarchica con promozione.

Per quanto riguarda la mobilità esterna, ciò implica un cambiamento di attività. Si parla anche di mobilità esterna nel contesto di una riqualificazione professionale, di un cambiamento di settore o di status (diventando ad esempio indipendente).

Mobilità geografica

Mobilità geografica significa che c’è un cambiamento di posto di lavoro, all’interno della stessa azienda o meno, in un’altra città o in un paese straniero. Può trattarsi tanto di mobilità esterna e interna. Ciò può includere una sostituzione del congedo di maternità, una formazione in locali diversi da quelli sul posto di lavoro, diversi mesi di lunghi incarichi in diverse città o paesi, o un espatriato o un’impatriazione.

Le sfide della mobilità professionale

Mobile, i francesi sono, e tendono ad essere sempre di più. Secondo un sondaggio Ifop per Hopscotch condotto nel marzo 2018,il 52% degli intervistati ha dichiarato al momento dell’indagine di aver “esercitato almeno tre diverse occupazioni durante la (loro) carriera”. Inoltre, negli ultimi 5 anni, il 43% dei dipendenti intervistati ha riferito di aver vissuto un periodo di mobilità professionale, indipendentementedal fatto che si trattasse di un periodo interno, esterno e/o geografico. Per il 62% di essi, questa mobilità ha avuto un impatto positivo. Mentre le persone che hanno già sperimentato la mobilità professionale sono le più propense a ripetere l’esperienza, il 40% degli intervistati ha dichiarato che prenderebbe in considerazione la mobilità professionale nei prossimi due anni.

Più mobilità esterna e geografica

Tra gli intervistati che hanno sperimentato la mobilità professionale negli ultimi 5 anni, il 16% di loro era interno, con una diminuzione di 4 punti rispetto all’indagine condotta l’anno precedente (2017). D’altra parte, la mobilità esterna – con un cambio di posizione in un’altra azienda – sta guadagnando terreno (in aumento di 6 punti) e poi colpisce il 12% di loro. Per quanto riguarda la mobilità geografica,che implica un cambiamento di località, all’interno o meno all’interno della stessa azienda, si tratta del 15% degli intervistati rispetto al 12% del 2017.

Se la mobilità interna tende a diminuire, la mobilità esterna e la mobilità geografica guadagnano punti. Ma poi, quali sono i motivi per cui le risorse sono più mobili?

Più mobilità per uno sviluppo più professionale e personale

Sembra che le ambizioni professionali non siano ciò che i dipendenti cercano principalmente attraverso la mobilità. Alla domanda “quali sono le motivazioni che l’hanno portata a sperimentare la mobilità professionale? “Il 59% degli intervistati che sono disposti a considerare la mobilità afferma che lo stipendio è una fonte di motivazione, la più importante di tutte.

Inoltre, la mobilità deve soprattutto fare rima con maggiore realizzazione e benessere. Il 48% degli intervistati vorrebbe raggiungere un migliore equilibrio tra la propria vita professionale e quella privata attraverso la mobilità. Al terzo posto c’è la necessità di cambiare l’ambiente di lavoro per il 47% degli intervistati.

Seguono “il desiderio di lavorare in un lavoro che corrisponda maggiormente alle (proprie) aspirazioni” per il 35%, “il desiderio di acquisire nuove competenze” per il 32%, progredire nella gerarchia per il 26%, “il desiderio di trasferirsi in un’altra regione della Francia” per il 25%, il desiderio di avviare una propria attività o attività per il 14% e infine, andare a vivere all’estero per un altro 14%.

Migliorare la mobilità professionale

Mentre i francesi vogliono più mobilità, il65% ritiene che sia difficile cambiare le imprese, il 75% cambiare lavoro e il 77% all’industria. Tuttavia, mentre il 45% degli intervistati ritiene che la mobilità sia un rischio, il 35% la vede come un’opportunità per sfidarsi. Per il restante 20%, è anche considerata una necessità, essenziale per essere attraente nel mercato del lavoro.

Espandere le competenze, evolversi gerarchicamente, adattarsi ad altri modi di lavorare nel quadro di un l’espatre,la formazione all’estero, lunghe missioni come un consulenza in aziende situate in tutti gli angoli del paese o del mondo: cercando una maggiore mobilità, i dipendenti non solo cercano di mettersi più attraenti, ma cercano anche una maggiore realizzazione sul lavoro.

Inoltre, questa mobilità avvantaggia sia i dipendenti che l’azienda, dal momento che i dipendenti di maggior successo saranno senza dubbio dipendenti più motivati, più efficienti ed efficienti. Allo stesso tempo, sviluppando un marchio di datore di lavoro che enfatizza il benessere dei suoi dipendenti, l’azienda ha forti argomenti per trattenere e attirare i migliori talenti.

Siete alla ricerca di un noleggio a lungo termine arredato come parte di una missione di più mesi, in Francia o all’estero? Hai bisogno di un appartamento arredato a lungo termine per l’espatria, l’impatriazione o il distacco professionale? Troval’alloggio che si adatta ai tuoi criteri su MagicStay.

fonte

Sondaggio Ifop per Hopscotch condotto nel marzo 2018

Leave a Reply